Liceo Statale Vincenzo Monti Piazza Sanguinetti, 50 - 47521 Cesena (FC) - Tel. 0547/21039
PEC: fopc030008@pec.istruzione.it - E-mail: info@liceomonticesena.gov.it
Homo sum. Valori umanistici e Scienza

Il 23 febbraio 2019 alcune classi del Liceo Monti hanno potuto partecipare, nell’Aula Magna dell’istituto, ad una conferenza dal titolo “Homo sum. Valori umanistici e Scienza” tenuto dalla dott.ssa Antonella Pragliola, dirigente biologo genetista presso la AUSL di Cesena che negli anni ‘90 ha lavorato 9 anni come ricercatrice presso il Baylor College of Medicine di Houston in Texas alla mappatura del genoma umano.

La relatrice ha alternato i momenti di lezione frontale alla visione di slides e video per concludere lasciando uno spazio riservato alle domande e al confronto con i ragazzi.

L’intervento ha trattato in primo luogo la definizione di Bioetica e le sue origini spaziando poi sugli scenari attuali e futuri legati in particolar modo alle scoperte sul DNA umano e sugli interventi possibili ad oggi.

“Purtroppo oggi non sempre il concetto di essere umano coincide con quello di persona umana e la ricerca rischia di perdere di vista il suo fine che è il miglioramento della qualità della vita. La ricerca della verità è insito nell’uomo e non può avere limiti, ma sono le sue applicazioni che vanno regolamentate” afferma Antonella Pragliola che ritiene fondamentale la divulgazione presso i giovani per sensibilizzarli nei confronti di queste tematiche.

I ragazzi sono rimasti particolarmente colpiti dai video che mostrano come gli scenari prospettati nel 1997 con l’uscita del film Gattaca (di cui sono state proiettate alcune scene), che allora sembravano solo fantascienza, ora rappresentino una realtà inquietante: figli ordinati a domicilio e scelti con i criteri dell’eugenetica!

L’incontro è stato organizzato nell’ambito dell’attività di Alternanza Scuola lavoro della classe IIIAc che tocca la riflessione sul tema del progresso dall’antichità ai giorni nostri. Il progetto, che prevede l’allestimento di una mostra a pannelli nei locali della scuola tra maggio e giugno, sollecita i ragazzi ad approfondire l’argomento interrogando anche i classici Greci e Romani, che nelle loro opere letterarie, attraverso i miti di Prometeo e dell’Età dell’Oro, indagano i rischi di scoperte scientifiche e tecnologiche non accompagnate da una bussola morale.


Ultima modifica 08 marzo 2019 da STELLA RICCI

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.