Concorso Dantesco Nazionale e Multimediale

 

Prima edizione
Anno scolastico 2014 -15
LIBERTA’ VA CERCANDO  … (Purgatorio I, 71)
 
Bando.
 
PRESENTAZIONE 
 
Il Concorso rappresenta la prosecuzione dei progetti didattici danteschi realizzati annualmente da molte scuole, a partire dall’anno scolastico 2003/4, per iniziativa di alcuni docenti desiderosi di proporre ai loro allievi un cammino di conoscenza capace di mettere in moto la loro libertà e passione. I docenti coinvolti, condividendo il loro impegno nella libera aggregazione “Dante in rete”, hanno potuto constatare che, come sosteneva il grande poeta fiorentino Mario Luzi, “Dante è il poeta più contemporaneo che ci sia” perché sa mobilitare come nessuno la sete di verità, bellezza, bontà, eternità presenti nel cuore dell’uomo e particolarmente viva nel cuore dei giovani. Il titolo proposto, “Libertà va cercando ...” (Pg. I, 71), è tratto da uno dei più noti e memorabili versi della Divina Commedia e costituisce uno dei temi centrali del mondo dantesco, indicando la possibilità, la capacità e la responsabilità che ha l’uomo di compiersi, cioè di raggiungere il proprio destino.
 
Gli studenti dovranno quindi riflettere su questa tematica, sul significato che vi attribuisce Dante, paragonandola eventualmente con altri autori o con il mondo dell’arte o con i modi, spesso assai diversi tra loro, in cui è vissuta e sentita oggi.
 Dopo l’adesione degli studenti accompagnati dai loro docenti, il lavoro sarà gestito liberamente dalle singole scuole ma troverà il necessario punto di condivisione e di confronto nel Convegno didattico conclusivo che si svolgerà a Ravenna il 14 e 15 aprile 2015.
 
Il Convegno, che vuole rappresentare un momento di approfondimento del tema proposto e di innovazione didattica, sarà inaugurato alla presenza delle autorità locali con un omaggio alla tomba del Sommo Poeta e una prolusione, tenuta da un esperto dantista, nella attigua basilica di S. Francesco, luogo nel quale, nel 1321, vennero celebrati solennemente i funerali di Dante. Proseguirà poi con la presentazione dei lavori dei vincitori e di altri lavori ritenuti meritevoli di attenzione per qualità e originalità. A completamento del Convegno l’organizzazione promotrice offrirà ai partecipanti la possibilità di una visita gratuita, guidata da personale competente, ai più noti mosaici ravennati e ai luoghi danteschi.
 
 
REGOLAMENTO 
 
ART.1 
IL “Centro Dantesco” dei Frati Minori Conventuali di Ravenna, in collaborazione con la libera aggregazione di docenti “Dante in rete” che curerà la segreteria organizzativa, promuove la I° edizione del CONCORSO DANTESCO NAZIONALE e MULTIMEDIALE Libertà va cercando ( Pg. I, 71) riservato agli Istituti di Istruzione secondaria di II grado statali e paritari di tutto il territorio nazionale;
 
ART.2 
Al Concorso possono partecipare alunni organizzati in piccoli gruppi o in gruppi formati da un’intera classe o più classi di una stessa scuola, comunque sempre coordinati dai docenti referenti .
 Agli studenti, per partecipare al Concorso, è richiesta la presentazione entro i termini sottoindicati, di lavori che rispecchino il tema proposto, Libertà va cercando... (Pg. I, 71), tramite la realizzazione di cortometraggi (durata minima: 5 minuti/ durata massima: 15 minuti), o la presentazione di un percorso di studio con l’utilizzo di slide (max 40 slide).
 
Tutti i lavori dovranno essere curati per quanto riguarda la qualità delle immagini, dei suoni e la chiarezza dei contenuti.
 
ART.3 
ISCRIZIONI E TERMINE DI PRESENTAZIONE DEI LAVORI: l’iscrizione per partecipare al Concorso dovrà pervenire via email al seguente recapito:conc-stud-dante-ra@libero.it,
indicando l’Istituto e il relativo indirizzo, le classi e il numero degli alunni coinvolti, il docente o i docenti referenti con i relativi recapiti telefonici, entro e non oltre lunedì 22 dicembre 2014.
 Le produzioni multimediali dovranno pervenire tramite plico postale raccomandato indirizzato al CENTRO DANTESCO dei Frati Minori Conventuali di Ravenna, Via Dante Alighieri, 4 –(48121) Ravenna, entro e non oltre lunedì 16 marzo 2015 (farà fede la data del timbro postale). Nel plico dovrà essere inclusa un’altra busta chiusa con indicato l’Istituto di appartenenza, il docente o i docenti referenti e l’elenco degli studenti partecipanti.
 
ART.4 
Le opere saranno valutate, a giudizio insindacabile e inappellabile, da una Commissione giudicatrice di studiosi di Dante e altri operatori culturali, designata dal Direttore del “Centro Dantesco”. Dalla Commissione saranno esclusi gli insegnanti in servizio nell’anno scolastico 2014- 15.
 
ART.5 
PREMI
Ai lavori selezionati saranno assegnati un primo premio di € 1.000, un secondo di € 500 e un terzo
 di €. 300. Saranno inoltre riconosciute alcune menzioni di merito.
 I lavori pervenuti rimarranno di proprietà del “Centro Dantesco”, anche ai fini di un’eventuale diffusione o pubblicazione.
 
ART.6 
La premiazione avrà luogo durante lo svolgimento del Convegno Didattico previsto nei giorni 14 e 15 aprile 2015. Al Convegno, il cui programma sarà tempestivamente comunicato a tutte le Scuole coinvolte, saranno invitati:
-  i vincitori e gli autori dei lavori segnalati, insieme ai docenti referenti; 
-  una rappresentanza di tutti gli Istituti che hanno aderito al Concorso inviando lavori, entro i
 
limiti dei posti disponibili.
 Nel corso del Convegno saranno presentati tutti i lavori dei vincitori e tutti gli altri lavori segnalati per la qualità e l’originalità.
 La partecipazione al Concorso e al Convegno didattico è gratuita mentre i costi del viaggio e del soggiorno a Ravenna sono a carico dei partecipanti.
 
Per ulteriori informazioni contattare la segreteria organizzativa di Dante in rete:
danteinrete@libero.it 
 

Ultima modifica il 27-10-2020 da Filippo Bertozzi