USCITA SALINE CERVIA 1DS 1BS

UNA GIORNATA ALLE SALINE - di Anna Rusticali e Rita Evangelisti -

Lunedì 10 ottobre abbiamo svolto una gita costruttiva all’interno dell’area delle Saline a Cervia. Ci trovavamo, infatti, nel cuore del Parco del Delta del Po, pochi chilometri a sud dal centro medievale di Comacchio. Appena siamo giunti a destinazione, le guide hanno fatto un’introduzione, dove parlavano della struttura delle saline e del percorso che avremmo affrontato in seguito. Successivamente ci siamo ritrovati a indossare degli elmetti per compiere un tragitto in barca, che ci ha portato ai bacini salanti, l’ultima tappa del processo di produzione e raccolta del sale. Abbiamo imparato moltissime cose sulle bellezze naturali della nostra regione e se si presenterà un’altra occasione parteciperemo con grande entusiasmo.



USCITA DIDATTICA ALLE SALINE DI CERVIA - di GRETA CIAMMARUCONI -

È il 10 Ottobre 2022, l’orologio segna le 8:05, e noi classi 1Ds e 1Bs, accompagnate dalle

professoresse Bacchi, Galassi, Manuzzi e Abbondanza, partiamo a bordo di un grande autobus diretto alle Saline di Cervia. Si respira nell’aria grande euforia e curiosità per il luogo che si andrà a visitare. Il viaggio, seppur lungo più di trenta minuti, sembra passare in un battito di ciglia per la musica che raggiunge ogni angolo del bus e per le nostre chiacchiere allegre. 

Una volta giunti a destinazione, il Centro Visite delle Saline, le guide ci fanno accomodare in una stanza: qui possiamo osservare alcune mappe che illustrano la struttura di una salina. Le Saline di Cervia, in particolare, ricoprono un terzo del territorio del comune e sono costituite da tre vasche principali. Le Saline sono circondate da un canale lungo 14 chilometri e si contano 50 bacini, la cui acqua, a causa dei riflessi rosati del sale che poggia sul fondo, assume le sfumature del rosso e del rosa. Il sale di Cervia è inoltre definito “sale dolce”, poiché è scarsa la presenza di cloruri più amari. 

Abbiamo quindi indossato dei caschi e delle “bellissime” retine per capelli, e siamo saliti su due barche elettriche. Sopravvissuti al passaggio sotto un ponte decisamente basso, siamo sbarcati per camminare in mezzo alle vasche. Abbiamo osservato con attenzione i gamberetti rosa, il cibo preferito dei fenicotteri, nonché i responsabili del colore rosa delle loro penne. Siccome non abbiamo fatto rumore, non abbiamo spaventato i fenicotteri e quindi siamo riusciti a vederli in lontananza. Le Saline ospitano infatti varie specie di uccelli migratori. La mattinata è trascorsa così: tra passeggiate in mezzo a immense distese d’acqua salata e le interessanti spiegazioni delle guide. 

Verso le 12:10, siamo saliti su un autobus e abbiamo raggiunto la spiaggia libera, sempre a Cervia, dove siamo stati tra noi a chiacchierare, ballare e giocare a carte per più di un’ora. Finito il momento di relax, ci siamo divisi in piccoli gruppi misti per eseguire un’attività di educazione civica e ambientale, che si proponeva di rispondere a alla domanda: “È possibile considerare la spiaggia di Cervia un ambiente pulito?”.

La risposta purtroppo non è stata positiva, poiché sono stati rinvenuti più rifiuti di quanto ci si aspettasse: la maggior parte di essi erano mozziconi di sigarette, sacchetti di plastica e tappi di bottiglie.Terminata anche questa attività, abbiamo preso l’autobus, che in trenta minuti ci ha riaccompagnato a scuola. 

Alle 16 si è così conclusa una gita entusiasmante e accattivante.

Gita alle Saline di Cervia - di Sarah Jane Lucchi -

Il 10 ottobre 2022, io e la mia classe 1Ds del Liceo V. Monti abbiamo fatto una gita di socializzazione, insieme a un’altra classe prima e alle rispettive docenti. La visita è consistita nel primo tempo della giornata a visitare le saline di Cervia, note per il loro sale dolce, mentre abbiamo trascorso la seconda parte della giornata al mare, precisamente in spiaggia libera, dove abbiamo pranzato insieme e fatto varie attività: tra queste, in particolare abbiamo censito i diversi tipi di rifiuti abbandonati sul bagnasciuga. Siamo stati molto bene, spero tanti si possano ripetere giornate simili.

Ultima modifica il 19-10-2022 da SARA BELLAGAMBA