Vincenzo Vetere incontra il Liceo Monti di Cesena

Sabato7 maggio2022 il Liceo Monti ha avuto il privilegio di incontrare, in una lezione-dialogo a distanza, Vincenzo Vetere, presidente dell’associazione ACBS, Associazione contro il bullismo scolastico. Vincenzo ha condiviso la propria storia con la Dirigente, i docenti  ed i ragazzi di varie classi: dopo aver subito per tutto l’arco del proprio  percorso scolastico atti di bullismo e cyberbullismo, egli decide nel 2014 di fondare un’Associazione per contrastare questo fenomeno ed aiutare le vittime, avendo ascoltato alla radio la storia di un giovane suicida vessato dai compagni bulli. Spinto dalla volontà di riscatto personale e di aiuto verso gli studenti in difficoltà nei rapporti con i compagni, Vincenzo da anni veste i panni del divulgatore e  natural helper e racconta  nelle scuole di tutto il territorio nazionale il proprio vissuto senza remore a platee di studenti, genitori e docenti. Si è parlato con Vincenzo della  Legge 71/17 (“Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo”) che non solo tutela il diritto dei minori vittime del bullismo e cyberbullismo, ma riscatta anche quei ragazzi che, spesso inconsapevolmente, danneggiano i propri coetanei fisicamente, psicologicamente o attraverso le piattaforme digitali. “Il bullo è una vittima”, ci ha spiegato Vincenzo, “ e se assistiamo ad uno squilibrio di forze tra i nostri compagni abbiamo il dovere di riferirlo agli adulti: innanzitutto per sollevare la vittima, poi per aiutare il bullo, quindi per noi stessi. Se vedete qualcosa che non va, parlate con gli adulti”. Entrato a Montecitorio a soli 20 anni, sollecitato dalla Senatrice Elena Ferrara,che desiderava sostenere con la sua testimonianza diretta alle istituzioni l’iter parlamentare della Legge 71/17, Vincenzo oggi parla a cuore aperto a studenti, docenti e genitori, raccontando con disponibilità  e senza filtri le vicissitudini proprie ed anche del proprio fratello bullizzato, la storia di riscatto personale, di successo lavorativo ma anche di perdono verso i bulli ormai divenuti adulti. Vincenzo ci ha anche illuminato sul fatto che sia un luogo comune immaginare un “bullismo per generi”, pensando che i maschi colpiscano i ragazzi  e le femmine si accaniscano contro le ragazze: il bullismo non conosce generi né senso di pietà, come dimostra l’esperienza di questo ragazzo, vessato psicologicamente ed in modo subdolo dalle proprie compagne di classe. Le domande rivolte a Vincenzo da studenti e docenti del Liceo Monti hanno dimostrato quanto il relatore abbia colpito nel segno, inducendo con questo incontro una riflessione condivisa, significativa ed istruttiva. Ci auguriamo di continuare questo percorso dialogico con Vincenzo Vetere per promuovere l’informazione e prevenire qualsiasi forma di sopruso psico-fisico tra i giovani. Ricordiamo che l’Associazione ACBS da lui presieduta, avvalendosi di un team di esperti volontari, promuove in forma del tutto gratuita incontri con il territorio, attività di ascolto psicologico, supporto legale per segnalare in forma strettamente riservata atti di bullismo ed infine consigli pratici su come proteggere i minori dalle maglie della rete (Cyber-Protect). Informazioni sull’Associazione e materiali di approfondimento sono reperibili sul sito https://www.acbsnoalbullismo.it/. Un ringraziamento a tutti coloro che hanno partecipato. 

Prof.ssa Silvia Mignatti

Ultima modifica il 07-06-2022 da STELLA RICCI